mercoledì 26 settembre 2007

I fatti e l'interpretazione

Oggi su L'Avvenire un lettore (articolo riportato in home page su http://www.claudioburlando.it/) suggerisce di cercare di documentarsi meglio, in generale, sui fatti e si domanda se nel caso del presidente della Regione Liguria, Claudio Burlando, si sia creato - ad arte? - un mostro mediatico. Il web è nato per contribuire a una migliore informazione, a un'informazione accessibile, diretta e giudicabile con obiettività, anche attraverso la pubblicazione di filmati o altro che per lo più in televisione o sulla stampa non ci sarebbero mai arrivati. Il web è davvero tutto questo? O è anche un luogo a sua volta di amplificazione e di manipolazione dell'informazione?

25 commenti:

Antonio Corsetti ha detto...

Tutti noi vorremmo documentarci meglio, ma le fonti che abbiamo sono la stampa e le dichiarazioni del sig. Burlando, o meglio dei collaboratori dello stesso e precisamente di Anna, Daniele e Simone che scrivono sul blog per suo conto.
Io ritengo che fino a prova contraria i giornalisti sono dei lavoratori ed il Sig. Burlando uno che ha imboccato, per sua ammissione, una rampa autostradale contro mano (non è la stessa cosa di "sbagliare strada", ma è molto pericoloso per la vita di persone ignare) e per identificarsi ha mostrato un documento non idoneo allo scopo, perchè oltretutto scaduto, e la polizia nell'immediatezza dei fatti ha fatto solo una relazione di servizio.
Mi chiedo: come è arrivata la notizia alla stampa?
Ogni giorno in Italia ci sono certamente centinaia di infrazioni dello stesso tipo, ma nessuno le comunica ai giornali.
Perchè nessuno intervista e ci fa sentire la testimonianza di quella famiglia che si è fermata impaurita dal comportamento automobilistico del sig. Burlando?
Erano per caso troppo arrabbiati per l'accaduto e hanno loro stessi avvisato la stampa? Non posso dirlo, ma potrebbe essere un'ipotesi.
Corsetti Antonio

Copan ha detto...

In sintesi:

1) Prendere una rampa autostradale contromano è un errore possibile almeno in Italia.

2) I giornalisti non sono attendibili e usano la notizia per colpire o per fare scandalo.

3) Burlando come ex-ministro dei trasporti ha fatto proprio una bella figura a imboccare una rampa autostradale al contrario.

4) I soliti politici di radice PCI ripongono tutte le speranze nel PD
mentre i soliti altri sperano solo di tornare al potere al piu' presto.

5) La gente è furente e affamata al punto da rubare nei supermercati la pasta.

6) La casta politica non ha alcuna intenzione di farsi da parte e andare a lavorare seriamente.

In conclusione non c'e' alcuna speranza altro che avvenire!

guido ha detto...

Visto che vogliamo chiarire un fatto, non uno scandalo, io mi accontenterei di sapere cosa ci faceva col tesserino da parlamentare scaduto nel portafogli e, soprattutto, se adesso l'ha stracciato e buttato via, o se è ancora nel portafogli pronto all'uso in caso di necessità.
In attesa di una risposta, mi riservo di continuare ad avere una cattiva opinione di lei.

Pincopanco ha detto...

Ciao signor burlando. Come va? Si sente rilegittimato a continuare a "governare" la Liguria? Ora c'è il commento del lettore sull'avvenire.. ego te absolvo, no? Che importa se potevi fare una strage, che importa se invece di andare a tranquillizzare e scusarti 1000 volte con quelle persone spaventate, te ne stavi a parlottare al telefonino in cerca di un aiuto .. tu eh? Tu ne avevi bisogno.. mica gli altri poverini che erano morti di paura. Poi non è vero che la legge per voi non esiste? Ma la baypassate tutti i santi giorni e qualsiasi cosa facciate. Nel 2007 come nel medioevo, noi servi della gleba voi principi e sovrani incontrastati. Ha ragione clEMENTE : " la gente ci vota perchè siamo simpatici evidentemente". Tu ti senti molto simpatico vero burlando? I provvedimenti che sono stati presi a tuo carico come riuscirai ad aggirarli? Credo con le solite metofologie a spese dei contribuenti, pardon! dei servi della gelba. Poveri noi, che siamo impotenti di fronte alla vostra cattiveria.

giovanni ha detto...

Il fatto è e rimane quello: hai fatto vedere un tesserino da parlamentare scaduto da 2 anni per evitare delle sanzioni. E' intollerabile l'arroganza che hai. Prima quella mostrata del tesserino, e adesso quella che ti tiene aggrappato alla poltrona.

L'unica cosa che ti si deve riconoscere è il tuo primato di reato: Abuso di potere scaduto.

Dimettiti va'.

max ha detto...

Penso che le dichiarazioni di Burlando non possano essere considerate meno attendibili di quelle dei giornalisti o di qualunque altra persona.
Se così fosse, e si ritenesse a prescindere che un politico, in quanto tale, non sia degno di credibilità, qualunque ragionamento che si fondi su questo presupposto ritengo sia fallace in partenza.
Che i giornali abbiano sfruttato la notizia mi sembra indiscutibile, quindi vediamo se sul web si riesce ad avere un'informazione più diretta.
Secondo me si, sia pernchè possono essere letti i visti filmati che non trovano spazio sui giornali o le tv, sia perchè si possono trovare più dichiarazioni dei diretti interessati.
Poi ciascuno si crea una propria idea e la può esprimere, questo fa del web una spazio di informazione e di confronto più attendibile che quanto riportato dai "media". Ad es. non si dice che i tesserini da parlamentare, come già detto da altro commentatore che riporta anche il link della norma, non scadono, perchè anche un che è stato deputato 20 anni fà può accedere alla Camera, e per far ciò necessita di un teserino.
Ma a questo, visti i commenti che si rinnovano, non è stata data grande visibilità...è allora l'informazione "classica" non è completamente attendibile? Forse sul web si riesce a sapere di più?
La mia risposta è decisamente si.

Groover ha detto...

burlando, questo discorso è patetico!

hai o non hai preso un'autostrada in contromano guidando senza patente?
hai o non hai in tasca un tesserino (scaduto) che garantisce privilegi non concessi ai cittadini comuni?
Hai o non hai in tasca il numero di telefono del questore di Genova, che un cittadino non ha e non può avere?
Le forze dell'ordine hanno o non hanno verbalizzato sul posto?
L'auto è o non è stata sottoposta a fermo?
punto.

il resto è fuffa, sig. Burlando.

io personalmente ringrazio chi ha reso di dominio pubblico questa vicenda.
Se le conseguenze saranno pesantissime, sproporzionate, ingiuste nei suoi confronti, onestamente non me ne può fregare di meno. Saranno sproporzionate tanto quanto i privilegi di cui lei gode quotidianamente.
Non può accettare solo il lato della medaglia che le fa comodo.

Ora su, si dimetta. Per il bene dell'Italia.

Carlo ha detto...

Documentarsi meglio? E come visto che i giornali l'hanno messa sulla graticola riportando tutti la notizia allo stesso modo. Magari me ne è sfuggito qualcuno ma non posso passare la giornata a leggere tutti i giornali.
Ovviamente sull'informazione italiana per me vale il punto fermo che è inaffidabile ma d'altronde questa è!
In che modo e chi ha mandato la notizia inesatta ai giornali? Perché in caso l'autore della notizia o i giornali vari non hanno rettificato?
Se quanto scritto sui giornali è falso, perché non sporge querela per difendere il suo nome?
E soprattutto: perchè Lei va in giro con documenti scaduti avendo anche poco spazio nel portafoglio?

Carlo

vaffa..... ha detto...

Siamo alla frutta, dopo due astensioni, ero tornato a votare per mandare via il NANO TRUFOLO con quali risultati ?
Al peggio non c'è mai fine.
TRUFOLO faceva i suoi interessi apertamente, questi sono peggio perchè oltre a essere ladri , disonesti, bugiardi, pusillanimi non fanno nulla di quello che hanno promesso. Continuano a fare gli interessi di TRUFOLO. Non rispettano le leggi e le sentenze della magistratura (RETE 4 insegna)
Continuano ad aumentarsi privilegi
e stipendi (I PENSIONATI SONO COSTRETTI A RUBARE PER MANGIARE)
RISPARMIANO , da oggi si pagano il barbiere , risparmiano sulle agende , chissà quale altro risparmio hanno fatto.
In compenso i bilanci di camera e senato aumentano. Spero che non sia dovuto al gelato di BUTTIGLIONE ROCCO , all'ambulanza a disposizione di SELVA GUSTAVO per portarlo in TV, al corredo di fazzoletti da regalare a DEMENTE PASTELLA per asciugarsi il sudore a Ballarò o alla multa da pagare a BURLANDO, questa almeno si poteva risparmiare se non l’avesse richiesta lui la polizia aveva chiuso un’ occhio, solo uno perché altrimenti come vedeva il tesserino scaduto?
Siamo alla frutta perchè la confindustria litigava con NANO TRUFOLO e difende VALIUM.
La cosa mi sembra un tantino contraddittoria. Con Google Earth
ho guardato l' Italia, credevo di trovarla rovesciata ma è sempre girata allo stesso modo.
Non ci capisco più niente, capisco solo che andrò a votare solo quando tutte le merde che ci governano e che si oppongono saranno andati AFFANCULO

Marco ha detto...

Dal sito del "Giornale", Giovedi' 27 Settembre:

http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=208952

Bugie e invenzioni: ecco il Burlando-show
La patente non ce l’ha più: gliel’hanno ritirata - con tanto di multa - per aver imboccato una rampa dell’autostrada contromano (ma solo dopo che l’«infortunio» è uscito sui giornali). In compenso, al presidente della Regione Liguria Claudio Burlando, 53 anni, diessino, ingegnere elettronico ed ex ministro dei Trasporti, è rimasta la fantasia. Tanta. E non la risparmia. Ne inventa una al giorno, di storie edificanti, per giustificare quella sua visita tanto sfortunata di domenica 16 settembre, verso mezzogiorno, agli Erzelli, la collina del ponente genovese che dovrebbe ospitare la nuova «Cittadella della tecnologia». «Ci sono andato con una vecchia macchina che ho da anni» confessa subito. Poi si scopre che l’auto appartiene a un vecchio amico. «Ho ammesso subito le mie colpe - aggiunge -, agli agenti della stradale e subito dopo al questore, per chiedere una punizione esemplare, il massimo». Ma intanto il verbale rimane fermo sette giorni. In compenso, quando si scoprono i particolari della vicenda, si viene anche a sapere che Burlando ha esibito il tesserino da parlamentare. Spiegazione: «Non ho esibito niente, avevo lasciato a casa i documenti, e mi sono trovato in tasca il tesserino della Camera». Di cui però non fa più parte da due anni. Ancora: «Ero in missione istituzionale, agli Erzelli ho incontrato dei possibili investitori del settore high tech assieme al professor Carlo Castellano». Altra balla, che dura lo spazio di poche ore. La smentita arriva dallo stesso Castellano, promotore del progetto di insediamento agli Erzelli: «Io non c’ero, ma l’importante è che Burlando si dia da fare per convincere le aziende a investire qui». Ormai Burlando non si ferma più: martedì viene convocato il consiglio regionale per discutere la mozione di sfiducia presentata dall’opposizione di centrodestra. Ma lui chiede il congedo istituzionale, per recarsi a Roma, al mattino presto, «a parlare con Prodi di legge Finanziaria». Alle 11 e 15 i consiglieri votano il congedo, ma un’ora dopo il governatore è visto indugiare dentro una boutique, nel quartiere genovese di Albaro, intento a verificare la bontà di un capo d’abbigliamento griffato. Mentre Prodi è a New York, al palazzo dell’Onu. E questa volta, nemmeno il premier può coprirlo.



Ing. Burlando (o suoi Collaboratori),

Come la mettiamo? Il Giornale pubblica delle falsita' o c'e' del vero?
Potrebbe essere cosi' gentile da fugare ogni dubbio a noi cittadini liguri, e dare la sua versione dei fatti?

Grazie.

e ha detto...

questo link descrive tutta la faccenda in modo magistrale... portafoglio piccolo?!?:

http://www.tigulliovino.it/rotfl/2007/09/piu_che_il_dover_pote_la_fame.html

Ex Elettore Incazzato ha detto...

Caro sig BURLANDO cosa ne pensa ?

Leggo da repubblica

L'otto per mille, le scuole, gli ospedali, gli insegnanti di religione e i grandi eventi
Ogni anno, dallo Stato, arrivano alle strutture ecclesiastiche circa 4 miliardi di euro

http://www.repubblica.it/2007/09/sezioni/
cronaca/conti-della-chiesa/conti-della-
chiesa/conti-della-chiesa.html

La costituzione italiana dice che l’Italia è uno stato laico e nella condizione in cui ci troviamo penso che tutto quel fiume di denaro si potrebbe usare in modo migliore. Perché regalarli al Vaticano , uno stato estero che continua a spenderli anche per intromettersi nella politica italiana. Se i preti vogliono fare politica i soldi se li facciano dare dal Vaticano
Io non ho niente contro i cattolici, non lo sono e basta, non vedo per quale motivo i miei soldi devono andare a alla chiesa , perché non alla ricerca, alla sanità, alle scuole e a chi ne ha veramente bisogno. Se così fosse ne trarrei qualche vantaggio anch’io .
I signori Casini , Buttiglione, Formigoni, Mastella, Rutelli e tutti quelli che si professano cattolici possono fare le donazioni che vogliono coi loro soldi (che poi sono sempre i nostri) ma che lascino stare quelli degli Italiani che la pensano come me.
Tutti quelli che vogliono donarli al Papa sono liberi ma donarli per legge in uno stato laico è intollerabile.
So di non contare niente e di non avere nessuna speranza, specialmente adesso che il PDS vuol fare il PD per cercare i voti dei preti, spero che prima o poi gli italiani si sveglino e mandino a casa tutti quelli che la carta costituzionale la usano come carta igienica.
Con immenso disprezzo Ex Elettore Incazzato

PaoloM ha detto...

Caro Governatore,
mi permetta se in tutta questa faccenda le concedo un solo unico merito: la discussione democratica sul suo blog.
Per il resto, scusi, ma errori stradali a parte comincio a dubitare della Sua intelligenza, ergo della legittimità della Sua carica istituzionale.
Ma come fa,dio mio, a far pubblicare ancora una lettera che parla di errori stradali e a non voler capire che in fondo più che la gravità la 'rivolta' contro di Lei è data dall'uso del famigerato tesserino? Quello che i cittadini - per carità - vorrebbero per togliersi essi stessi da tanti impicci??? Non è l'infrazione, ma la gestione della medesima che ha fatto incazzare tanti, forse troppi di noi. Lasci stare le stanze clericali e melense dell'Avvenire. Chi ha scritto o era pilotato o anche lui non ha capito niente di niente.
Mi ha deluso profondamente per l'infrazione e per il tesserino, ma ora mi delude perché continua a non capire o a fingere di non capire. Le debolezze tecniche e umane alla finesi possono perdonare (chissà quanti di noi se fossero stati al suo posto...), ma la mancanza di intelligenza in un Governatore ....

Grazie per l'ospitalità

Riccardo ha detto...

Comunque l'importante è che ci siano persone come Lei, Burlando, che alzano le mani, abbassano la testa e ammettono i propri errori. Questo le fa onore. Se solo i parlamentari invece di sperare ostinatamente che finisca tutto nel dimenticatoio facessero altrettanto........
Se i parlamentari non cambiano atteggiamento, secondo me finirà col botto.
Riccardo

Renato Carpi ha detto...

Ho letto il resoconto giornalistico della discussione di ieri in Consiglio Reginale.Voglio esprimere la mia solidarietà a Claudio Burlando.L'attacco personale che ha subito è un inequivocabile segno del degrado della politica e in particolare di certe personalità politiche,che manifestano con questa loro virulenza e mancanza di sensinbilità umana tutto il loro disprezzo per gli avversari politici e insieme per le istituzioni democratiche.Questo episodio è per me uno sprone ad un rinnovato impegno politico per impedire che questa destra possa tornare a governare in Liguria.

Unione Guglielmetti Staglieno ha detto...

Anche a nome dei compagni dell'Unione Guglielmetti di Staglieno ti esprimiamo la nostra solidarietà per le volgari e immotivate accuse che ti sono state mosse dal consigliere regionale Sandro Biasotti nel corso della discussione su un "caso" che, in un paese normale, forse non avrebbe occupato neppure poche righe sui giornali.
Il Comitato Direttivo Dell'Unione Guglielmetti di Staglieno.

adriana ha detto...

Caro Claudio,
tanti di noi non solo ti hanno sostenuto ma hanno simpatia affetto e stima per te. Sicuramente l'episodio della guida contromano ha scatenato tante polemiche, ma vedi che la fiducia è rimasta. Io però avrei lasciato fuori da questa bagarre la tua vita personale; potevi lasciar sfogare i tuoi avversari, cercare di lasciar cadere nel vuoto una discussione un po' da bar, senza doverti ulteriormente giustificare.
Sono tanti, tantissimi quelli che hanno problemi personali e di famiglia, però non è bene lasciare che si scenda su questo campo delicato e privato. Almeno così la vedo io.
Non bisognerebbe sentirsi minacciati da coloro che dimenticano lo stile. I figli comprendono, ma forse preferiscono rimanere fuori dai media...
Ora dimnetichiamo e andiamo avanti. Per il PD e tutto quello che ci aspetta di buono in questa difficile ma straordinaria Italia...
Coraggio!
Adriana

carla ha detto...

trovo veramente inqualificabile il comportamento dell'ex presidente della regione liguria Biasotti sul problema Burlando, Burlando ha ammesso la sua colpa, ne paga le dovute conseguenze ma, incalzarlo con domande strettamente familiari lo trovo di una squallidità inaudita. Si vergogni il Sig.Biasotti far raccontare in pubblico i fatti personali di Burlando e su tutti i tg nazionali anche, ma chi si crede di essere? Ma si guardi in casa sua invece che in casa di altri! Solo x fargli dare le dimissioni? Ha fatto benissimo Burlando a non darle, xchè la cosa non riguarda assolutamente un problema privato, in quanto all'ex Presidente Biasotti ogni tanto farebbe bene A STARE ZITTO INVECE DI DIRE CERTE COSE, VERGOGNOSE!A Burlando va tutta la mia solidarietà

giovanni ha detto...

Claudio, ma non ti sei ancora dimesso?
Hai fatto vedere un tesserino da parlamentare scaduto per avere un trattamento di favore.
Come mai ce l'avevi dietro? Come mai le sanzioni sono arrivate solo dopo la notizia di questo tuo atteggiamento?
Vergonati e dimettiti. Possibilmente nella stessa sequenza cui te lo dico.
Giovanni I.

VIVA LA MERCEDES ha detto...

Caro Claudio,

ho visto in Tv la tua replica alla mozione di sfiducia della Destra in Consiglio Regionale.
Come al solito li hai distrutti (solo un cretino direbbe il contrario).
Erano talmente in bambola che alla fine volevano ritirarla !
Un Consigliere della Destra ha detto perfino che il fatto che ti ha coinvolto non c'entra nulla( allora perchè ti volevano sfiduciare?).
Hai fatto benissimo ad attaccere quel barbafinta di B(i)asotti.
Perchè non ci parla e ci spiega le sue consulenze e le sue gare( forse truccate? Chissà...vederemo).
Mi farebbe piacere sapere quante Mercedes ha comprato la Regione quando quel barbafinta era presidente (con la p minuscola).

p.s dopo la figura patetica di B(i)asotti e Plinio (il vecchio...fascista)in Consiglio Regionale e la volgarità del loro linguaggio mi aspetto DIMISSIONI IMMEDIATE di quei due figuri (NON CI SARANNO PERCHE' LORO NON HANNO UN LAVORO: PLINIO SEMPRE IN COMUNE E REGIONA MENTRE L'ALTRO...BHE LASCIAMO PERDERE IL CURRICULUM LAVORATIVO DEL SIG. BARBAFINTA B(I)ASOTTI ALTRIMENTI MI DENUNCIANO)

Daniele B ha detto...

Quando ho appreso la notizia che tutti ricordamo (auto contromano) sono rimasto avvilito per ciò che leggevo.
Non voglio tornare sull'argomento (sul quale a suo tempo ebbi da dire scrivendo direttamente alla segreteria dei DS); sono dell'idea che ci siamo stati su anche troppo, visto come si è evoluta la vicenda.

Quello che invece volevo fare adesso è esprimere il mio rammarico per le cose che, in seguito, sono state dette su di lui. Cose che riguardano solo e soltanto lui e la sua famiglia, la sua vita privata. Non mi piacciono queste gogne mediatiche gratuite e mi dispiace che tornino fuori i sentimenti provati dopo lo l'infrazione stradale. Non ondiamo oltre i limiti così come non vogliamo che lo facciano gli altri!

In conclusione, sig. Burlando le rinnovo la solidarietà per questi ultimi vili attacchi, che probabilmente non sarebbero nati senza quell'infrazione che tanto ha fatto discutere il paese. Non dia peso a discorsi vuoti, anche se a volte fanno male. Non meritano neanche un minimo spazio.

Cordialmente
Daniele Brundu

D'LOADeR ha detto...

E, tra le altre cose, complimenti per aver censurato il mio commento!
Dove peraltro non c'erano offese (ma certo, una dichiarazione di grande disistima - quello sì...)

Così si fa vera democrazia! Bravi !

Se mi capiterà di incontrarla di persona, un giorno, le ripeterò quanto le avevo scritto - in modo più conciso, certo: con un bel "vaffa" - che evidentemente pare essere l'unica forma di espressione che riuscite a comprendere bene.

Saluti

Portuale ha detto...

Mi chiamo Pietro, ho 36 anni, portuale, ho votato Burlando e lo difendo.
Un critica aBurlando: basta con il buonismo.
A chi ti insulta calci in culo!

a chi usa il nick: D'LOADeR

a) non credo che ti abbiano censurato, lo dici per fare la vittima!
b) prega che non mi trovi il giorno che incontrerai Burlando e gli dici Vaffa. Io non sono buono e ti meno finchè avrai un dente in bocca.
Puoi criticare ma non insultare.
Quindi occhio a cosa dici.

D'LOADeR ha detto...

Wow, PORTUALE, sei un vero operatore di democrazia: complimenti. Burlando ti sarà grato per una difesa così strenua.
In che squadraccia militi?

Ti ha sfiorato il dubbio che le minacce, proprio come le offese, non facciano parte della "Critica" che tanto calorosamente difendi?

Se rileggi con attenzione il mio commento, capirai forse che prima ho provato a criticare civilmente. Essendo il commento sparito, ho proposto allora un altro modo di manifestare il mio dissenso.
Il tuo unico contributo alla discussione e' ricorrere al manganello. Vabbe', capisco: forse non hai altri modi per esprimerti.

Un'altra cosa: il commento che avevo inserito è sparito. Ok, magari non è stato censurato - ma in preview l'avevo visto. In ogni caso, "fare la vittima" significa piangersi addosso, mentre mi pare di esser passato ad una controproposta.

Se vuoi menare tutti quelli che hanno mandato (o proposto di mandare) a quel paese Burlando... prenditi delle ferie, ne hai di giornate piene! O hai una simpatia specifica per me?

In ogni caso, prima di fare il gradasso, respira. Magari il giorno che mi incontri, potresti cambiare propositi. Non è detto che sia io quello che resta per terra. Non mi ha visto, non sai che lavoro faccio...

Fede ha detto...

Buongiorno Sig. Burlando,
sono un ragazzo di 19 vivente a venezia;sarà sicuramente stufo delle accuse ricevute riguardo ciò che le è accaduto il 25 settembre(definiamolo così).Tale messaggio avrei voluto scriverlo il giorno seguente l accaduto, ma non ho voluto farlo perchè credo che ora come ora possa comprendere meglio il significato e spero che nn le rechi alcun fastidio.
Io non sono qui per accusarla, ma solo per raccontare la mia storia a lei e a chiunque fosse interessato.
Il 14 settembre 2007 ho effettuato un'inversione all'interno di un piccolo casello autostradale. Voglio solo aggiungere brevemente che quella mattina non mi sentivo bene,ero stanco a causa di un test d ammissione universitario sostenuto la mattina stessa,ero senza soldi completamente(anche sul cellullare) e di conseguenza poichè era la prima volta che mi ritrovavo di fronte a un casello non sapevo come sarei potuto passare senza pagare.Inoltre l inversione non era una furbata , ma solo una stupidata in quanto il tratto autostradale che ho dovuto pagare è stato maggiore
Sono stato colto in fragrante dalla polizia autostradale, la multa che mi deve ancora arrivare parte da un minimo di 1700 a un massimo di 7200 euro, macchina sequestrata per 3 mesi in una famiglia di 6 persone. Il fatto più grave è stata che la mia superficialità e negligenza sono state ricambiate con la stessa moneta, infatti, tralsciando il comportamento dei poliziotti, da quel giorno fino ad oggi la prefettura non mi ha inviato nulla e ora x capirne qualcosa sto risolvendo la cosa tramite avvocato(e l avvocato non è gratis ricordo). Non voglio parlare dei disagi che ho avuto in questi mesi anche se in gran parte meritati per l infrazione commessa, ma il problema è che i disagi non si creano solo per me ma anche per i miei familiari. Ribadisco di nuovo che io non sono qui per accusarla e anzi la rigranzio perchè spero che tramite questo blog qualcuno legga il mio mess. Infine voglio aggiungere che tutto questo mi ha aiutato fortunatamente a capire in che paese viviamo!
Saluti